Agevolazioni fiscali

Decreto Legge 4 giugno 2013 n. 63 “Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE, sulla prestazione energetica nell'edilizia, nonchè altre disposizioni in materia di coesione sociale”, ha innalzato la percentuale di detrazione dal 55% al 65% e ha prorogato l’agevolazione al 31 dicembre 2013 per i privati, e al 30 giugno 2014 per interventi sulle parti comuni dei condomini o su tutte le unità immobiliari del condominio.
Dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre del  2014 le detrazioni per i privati saranno comunque calcolate al 36%.
Quali sono gli interventi che possono usufruire di tali agevolazioni?
- Sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti dotati di caldaie a condensazione
- Installazione di Pannelli Solari
- valvole termostatiche a bassa inerzia termica
- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore

Chi può beneficiare dell’incentivo per l'installazione di una caldaia a condensazione?
Possono beneficiare della detrazione del 65% persone fisiche, professionisti, società e imprese, residenti e non residenti.

Edifici interessati
La detrazione del 65% spetta ai soggetti che sostengono le spese sugli edifici esistenti, su parti di edifici esistenti, o su unità immobiliari esistenti, di qualsiasi categoria catastale (anche rurali) siano essi:
•di proprietà;
•detenuti a seguito di contratti di affitto, comodato, usufrutto, leasing, nuda proprietà;
•immobili in leasing (l'agevolazione spetta all'utilizzatore).

Quali interventi riconosce il fisco?
Le spese per le quali spetta la detrazione del 65% sono:
•smontaggio e dismissione dell'impianto di climatizzazione invernale esistente, parziale o totale;
•fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche;
•opere idrauliche e murarie necessarie per la sostituzione a regola d'arte di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione.
Negli interventi ammissibili sono compresi, oltre a quelli relativi al generatore di calore, anche gli eventuali interventi sulla rete di distribuzione, sui sistemi di trattamento dell'acqua, sui dispositivi di controllo e regolazione nonché sui sistemi di emissione. Nel caso di pannelli solari: fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonché delle opere idrauliche e murarie necessarie per la realizzazione a regola d'arte di impianti solari termici organicamente collegati alle utenze, anche in integrazione con impianti di riscaldamento. Sia per le caldaie a condensazione che per i pannelli solari termici rientrano nelle spese detraibili anche le prestazioni professionali del progettista, compresa la redazione dell’attestato di certificazione/qualificazione energetica (solo per le caldaie).

Come si fa a richiedere la detrazione del 65%?
DELTA- Impianti provvederà a realizzare la documentazione necessaria al disbrigo della pratica entro 90 giorni dalla fine dei lavori per via telematica, attraverso portale dell'ENEA:  www.acs.enea.it
I tecnici abilitati di DELTA-Impianti provvederanno alla produzione dell'asseverazione richiesta.
Ingegneri, architetti, geometri, periti industriali, dottori agronomi, dottori forestali e periti agrari abilitati alla progettazione di edifici ed impianti e iscritti ai relativi ordini professionali. Per l’attestato di Certificazione energetica ove in vigore, saranno le singole Regioni ad indicare le figure abilitate.
DELTA-Impianti, infine, fornirà alla clientela le indicazioni necessarie per eseguire il bonifico dei lavori effettuati come previsto dalla procedura di richiesta detrazioni fiscali.

 

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico. (Fonte Agenzia delle Entrate)